Incroci di Francesco Landi

Tag

, , , ,

Landi libro

Mi sono sempre chiesta se sono artefice del mio destino o preda di una forza che non controllo.
Una domanda che mi ha fatto riflettere per parecchio tempo e che ha raddoppiato la mia curiosità quando mi è capitato tra le mani il libro di Francesco Landi intitolato “Incroci”. Un romanzo che apre le porte al fato e a strade parallele che inevitabilmente si incrociano. La storia di Carol e Trevor prende forma da un attimo. Succede in meno di un secondo che due persone si incrociano e si riconoscono in un profumo, in un suono, in un disegno o in un tatuaggio. Nulla succede per caso, tanto meno in amore. Una decisione presa può donare una svolta alla vita, stravolgerla o arricchirla. Lo racconta molto bene l’autore, abile narratore con uno stile accattivante e realistico, giocoliere di parole ed emozioni che dipinge gli sguardi inattesi per consolidarli e donarli al lettore. Tutto è così intenso nel romanzo di Francesco Landi che conduce, senza scampo, a una lettura coinvolgente e stimolante in cui spicca la sua vena artistica poliedrica.

Se l’era fatta sfuggire qualche anno prima all’H5 e, nuovamente, quella sera al Gate One, il fato gli aveva voltato decisamente le spalle. E, a pensare, non erano state nemmeno le uniche due occasioni. A ogni buon conto, non sapeva quando l’avrebbe rivista, ma si ripromise, esattamente quella sera, che l’avrebbe conosciuta, a ogni costo e contro qualsiasi voglia forza uguale e contraria.

La storia si dipana nel corso di cinque anni, con ripetuti flashback nei quali i due protagonisti si sfiorano inconsapevolmente in svariate occasioni. Il punto cruciale si snoda da un sogno nel quale Trevor vede, come protagonisti, se stesso e una donna, di cui si innamora perdutamente, la quale poi scoprirà essere proprio Carol. Decide, quindi, di tatuare sul suo braccio disegni, simboli, tribali e frasi, dal significato oscuro e solo apparentemente indecifrabili – perché creati dalla fervida immaginazione di un enigmatico tatuatore dall’estro artistico – ispirati alla “donna del sogno”. Il tatuaggio simboleggia una sorta di work in progress capace di rappresentare ciò che il rapporto a distanza tra queste due persone, ancora sconosciute ma in progressivo avvicinamento, diverrà nel corso degli anni. Ogni incontro mancato, ogni sogno che vede come protagonista quella che lui ignora essere in realtà proprio Carol, costituisce per Trevor l’input per un nuovo tatuaggio, che, una volta completato, prenderà come per incanto vita, fornendo segnali in grado di tracciare, in un crescendo di indizi e rivelazioni, un ideale percorso verso l’ineluttabile incontro.

Il silenzio non deve necessariamente essere rotto dal suono delle parole. Il silenzio è ciò che incornicia le parole che si dicono. Solo così potranno avere un peso. Solo così potranno essere ricordate.

Incroci” parla di due anime: due vite che si attraggono come onde create e separate dall’immensità dell’oceano con la continuità di movimento. Due destini paralleli, un libro, Il piccolo principe, un foglio con strani segni portato dal vento e quell’almanacco di mistero che fa coincidere gli eventi. Ogni libro ha un suo perché, come un sogno, un simbolo e una risposta. L’autore collega la fatalità al buon senso per narrare una storia intrigante e misteriosa che sveglia l’istinto primordiale del lettore a voler scoprire la verità. Riusciranno Trevor e Carol a far incrociare le loro linee nel cielo? Succederà o no? Questa è la domanda. Solo chi legge saprà. E chi legge “Incroci” sentirà le note di Miles Davis, ma con le parole di Francesco Landi, composte con grande sensibilità, in un romanzo che fa sognare e sperare nel destino, qualunque esso sia.

“Incroci” edito da Letteratura Alternativa (aprile 2019), scritto dall’autore Francesco Landi, nato nel 1970 a Venezia, dove attualmente vive e svolge la professione di avvocato. Compositore di musica e strumentista di chitarra e tromba, è studioso di musica fin da giovanissimo. Appassionato al jazz di Miles Davis e Chet Baker, ha raccolto le sue più importanti composizioni nel CD “GPF”, inciso nel 2015 e presentato in vari tour nel territorio. Già autore di racconti, l’opera “Incroci” rappresenta l’esordio letterario che racchiude in un unicum la sua passione per la musica, il disegno e la letteratura.

Landi
L’autore Francesco Landi

Incroci è disponibile in libreria, nei book stores e sul sito:

https://www.letteraturaalternativa.it/shop/narrativa-italiana/incroci-francesco-landi/

Maggie Van Der Toorn

Annunci

I miei articoli su GEArtis Web Magazine

Sono più di sei mesi che mi occupo anche di GEArtis Web magazine, una rivista online che parla di cultura e che tutti i giorni, o quasi, pubblica novità dal mondo editoriale, e non solo. GEArtis si occupa anche di cinema, eventi, arte, luoghi, interviste, recensioni e, ovviamente, tanti libri.

magazine

Per leggere i miei articoli clicca qui:

http://geartiswebmagazine.com/author/maggie-van-der-toorn/

Per saperne di più sul team e per collaborazioni, clicca qui:

http://geartiswebmagazine.com/chi-siamo/

Chi mi segue da un po’, e chi mi conosce, sa bene che sono specializzata in testi brevi. Il racconto breve è la forma in cui mi esprimo al meglio, e che forse è più compatibile con il mio carattere. Perciò ho ideato la categoria “Fotoracconto“, in esclusiva su GEArtis Web Magazine. Scelgo la foto di un fotografo/a, che mi ispira di più, e ci scrivo una storia di circa trecentocinquanta parole. E così nascono piccoli romanzi con cui voglio lanciare un messaggio e donare emozioni, proprio come colui o colei, che ha catturato l’immagine.

mag gea

Inoltre gestisco la rubrica Ex Libris in cui recensisco libri con un format diverso dal solito, perché si tratta di un racconto. Sì, di un racconto 🙂 perché racconto il libro. Nella recensione è il libro il personaggio principale. Come faccio? Semplice. Leggo il libro e prendo appunti di frasi o passaggi che mi colpiscono di più. A fine lettura elaboro gli appunti con il messaggio che ho accolto dalla lettura e che, secondo me, l’autore o autrice ha voluto comunicare. Il tutto abbinato ad una musica. Siete curiosi? Clicca qui: ex-libris

Inoltre GEArtis ha anche il suo canale You Tube in cui potrete vedermi con video interviste e video recensioni. Iscrivetevi al canale per essere sempre aggiornati. Ecco un esempio:

Vi aspetto su geartiswebmagazine. 

A presto!

Maggie

 

Colori Invisibili alla Notte Rosa 2018

 

notte rosa ok.jpg

Colori Invisibili alla Notte Rosa a Pesaro Musei ! Appena rientrata dalla presentazione di Colori Invisibili in Costiera Amalfitana mi preparo per La Notte Rosa. E sono in buona compagnia! Prima del concerto di Edoardo Bennato alle ore 22, presento il mio libro Colori Invisibili al Palazzo Toschi Mosca Pesaro Musei. Relatrice Sara Ferri Accompagnamento musicale a cura di Samantha Faina (Soprano) Giorgia Zaurrini (sassofono) e  Simone Arduini (chitarra).
Per completare in bellezza non può non mancare l’amatissimo e suggestivo spettacolo pirotecnico!

https://www.pesaromusei.it/news/notte-rosa-pesaro-2018/

Va in scena lo scrittore!

 

termini

“Va in scena lo scrittore” è un concorso letterario organizzato dalla Fuis in cui gli autori selezionati  metteranno in scena le proprie opere nel nuovo spazio della Casa dello Scrittore FUIS a Roma, in Lungotevere dei Mellini 33/A.

Il mio turno è previsto per giovedì 19 aprile alle ore 15.30 e presenterò davanti alla giuria e al pubblico i due racconti scelti: “Pensieri circolari“, (tratto da Labirinti 2014) e “Viola” (tratto da Posti a sedere 2016).

La lettura di Viola sarà accompagnata dalla danzatrice Luisa del Grosso che si esprimerà sul ritmo delle parole e delle emozioni.

Appuntamento al 19 aprile quindi, ore 15.30, Casa dello scrittore a Roma, Lungotevere dei Mellini 33/A. Ingresso libero.

viola locandina

INFO:

http://www.fuis.it/selezioni-2-edizione-concorso-letterario-va-in-scena-lo-scrittore/articoli3507

Feminism la prima fiera dell’Editoria delle donne e io ci sarò!

Tag

,

cop_evento_FB (1)

Dall’8 all’11 marzo 2018 la Casa Internazionale delle Donne di Roma ospiterà “Feminism“, la prima Fiera dell’editoria delle donne in Italia. Un evento importante a cui partecipano settanta case editrici italiane ed è con una gioia immensa che posso comunicarvi che ci sarò anche io, come scrittrice e relatrice, ma soprattutto come donna.

Rappresento la Casa Editrice Letteratura Alternativa http://www.letteraturaalternativa.it/ Una Casa Editrice giovane, diretta da Romina Tondo, un’imprenditrice che valorizza tutte quelle forme di cultura alternativa e non, con cui è nata una collaborazione esterna molto piacevole, di grande intesa letteraria e femminile. Al mio fianco ci saranno Emma Saponaro, romana, autrice del libro “Come il profumo” e l’autrice anconetana Patrizia Caporossi (Affinità Elettive) che insieme a me gestiranno lo spazio che ci ha dedicato l’organizzazione di Feminism.

Feminism è un evento letterario di fondamentale importanza per far emergere il libro come strumento principale per la crescita e la diffusione della coscienza culturale delle donne. Un fitto calendario di eventi affronta temi storici e di estrema attualità come l’eco-femminismo, testimonianze di detenute e agenti di polizia penitenziaria, l’emblematica storia delle donne nei manicomi dell’Italia fascista, le relazioni con le scrittrici migranti dal mondo arabo, il lesbismo e i diritti delle donne spiegati alle bambine. E noi ci saremo, con i nostri scritti e le nostre storie.

Venerdì 9 marzo ore 11 (Sala Caminetto) parlerò del libro Carne al muro, edito da Letteratura Alternativa (2016), scritto da Luisa Pagnoncelli. Un romanzo che narra la storia di una donna in cerca di se stessa. Un percorso tortuoso in cui la narrazione, semplice ed efficace, rispecchia una società sporca ed inquinata dai pregiudizi e dall’indifferenza, in cui la violenza e l’ingiustizia sono le protagoniste di tutti i giorni. Una storia che mette in luce le difficoltà delle donne ad emergere per far valere i propri diritti e la propria dignità.

Di seguito, alle ore 11.30 parlerò del mio libro Posti a sedere (2016), una raccolta di racconti in cui le donne sfilano in questi otto racconti, protagoniste delle loro stesse vite, con l’essenza di quell’essere donna, oggetto e soggetto al tempo stesso, alla ricerca del moto interiore che conduce all’indipendenza.

Le letture durante la presentazione saranno a cura dell’attrice, Art Coach Alessandra Giardina.

Alle ore 12 mi sposterò nella Sala Udi per intervistare l’autrice Patrizia Caporossi e parlerò del suo libro “L’invidia di Aristotele ovvero della virtù (femminile)”. Si tratta di una disamina, libera e aperta, col taglio del pensiero femminile, sul carattere della filosofia occidentale, con Aristotele a emblema costitutivo di quella logica e anche virtù fondativa del senso dell’essere, di cui le donne ne risultano (una) mera funzione.

fiera roma OK OK SAVE

Ci saranno molti altri ospiti che racconteranno la loro esperienza: Maria Rosa Cutrufelli, Cecilia D’Elia, Ilaria Drago, Alessandra Pigliaru, Giorgia Serughetti, Asia Argento, Flavia Piccinni e la giornalista e scrittrice Lidia Ravera inaugurerà la fiera il giorno 8 marzo alle ore 14.

L’intento principale di Feminism è quello di mettere in evidenza, attraverso dei “Focus”, tutti i passaggi della “Filiera del libro d’Autrice”: le scelte editoriali, la stesura del testo, la produzione, la promozione, la distribuzione e l’attività critica e divulgativa di testate specifiche, sia cartacee che on-line, avvalendosi di testimonianze e dibattiti con direttore di case editrici, collane, librerie, biblioteche e traduttrici.

Nei bellissimi spazi interni ed esterni della Casa, Maria Palazzesi e Giovanna Olivieri dell’Associazione Archivia, Anna Maria Crispino della rivista “Leggendaria”, Marina Del Vecchio della Casa Internazionale delle donne, Stefania Vulterini della collana “Sessismoerazzismo” di Ediesse edizioni, hanno realizzato e organizzato questa straordinaria e inedita manifestazione; Iacobelli editore e Odei (Osservatorio degli Editori Indipendenti) ne sono i sostenitori.

La Casa Internazionale delle Donne offre un ambiente diversificato e confortevole: cortili, giardino, ristorante, bar e biblioteca. Un luogo per entrare nella bellezza, confrontarsi e, soprattutto essere protagoniste libere e felicemente consapevoli.

Giovedì 8 marzo          14.00-20.00

Venerdì 9 marzo         10.30-20.00

Sabato 10 marzo        10.30-20.00

Domenica 11 marzo     10.30-13.00

Via della Lungara 19 – Roma – Ingresso libero

 

#femminism Importante esserci! Insieme con le donne per le donne! Vi aspetto!

 

Maggie Van Der Toorn

 

Colori Invisibili il mio nuovo romanzo

Tag

, ,

 

bookstore.jpg

Si chiama Colori Invisibili, edito da Pegasus Edition, e uscirà a fine febbraio 2018. E’ il mio quarto libro, e il primo romanzo. Una sfida si potrebbe dire, un percorso non facile, lungo, ma estremamente affascinante. Un viaggio con alti e bassi, con strade tortuose, ma con la vista di una pianura alla fine.

L’editore è Pegasus Edition che, tramite un concorso (Premio Milano International), mi ha premiato con la pubblicazione. Sono felice di aver firmato il contratto con questa casa editrice con sede nella provincia di Rimini, che già conoscevo per alcune collaborazioni, perché tiene cura dei suoi autori e quindi dei lettori, ma soprattutto della cultura.

Colori Invisibili parla di emozioni. Colori come emozioni, come fonte di benessere e malessere allo stesso tempo: una maschera per nascondere la realtà per paura di affrontarla, di doversi scoprire. Una metafora, descritta nella storia di un uomo, Remo de Crescenzo, e una donna, Alba Comes. Due personaggi a cui devo molto. Attraverso di loro ho scoperto cose di cui non avevo idea, ho provato emozioni che solo loro sono stati in grado di suscitare in me, e spero potranno suscitarli anche a chi leggerà il romanzo. Una storia con un ritmo elevato, come è nel mio stile, con avvenimenti imprevedibili. Il romanzo è ambientato a Roma, la città che conosco e che adoro per la sua arte ed accoglienza, ma anche in Messico e una tappa persino ad Amsterdam, perché un pizzico d’Olanda c’è sempre…

L’appuntamento è a fine febbraio quindi, in libreria. Seguirà il tour con le presentazioni di cui vi terrò informati. Ci saranno tanti incontri, occasioni per conoscerci meglio, musica, sorrisi, ma soprattutto tanti colori visibili e invisibili da condividere.

A presto!

 

Colori Invisibili:

on-line nei migliori Bookstore

Ibs, Amazon, Mondadori, Libreria Universitaria, Libro Co.

In libreria:

presso i rivenditori della catena Feltrinelli e Ubik

https://www.ibs.it/colori-invisibili-libro-maggie-van-der-toorn/e/9788872110386?tipo=nuovo&lgw_code=1122-B9788872110386&gclid=Cj0KCQiA5t7UBRDaARIsAOreQtgQWfk4dQIwIYuJZrkJKd86cEwbkIuvvIR5b_0WMFdWglcUl_-AL3IaAsENEALw_wcB

 

 

                                                                                            Maggie Van Der Toorn

Nuova Rubrica! A partire da Settembre

Tag

, , , ,

20428039_1437570596292814_230954975_n

Si chiama EX LIBRIS, ed è la nuova rubrica settimanale di riflessioni e curiosità letterarie a cura di Maggie Van Der Toorn in collaborazione con Ultima Voce. Partirà nel mese di settembre e ogni settimana verrà scelto un libro di cui parleremo. Perché sì, ne parleremo, ma in modo totalmente diverso. Non useremo parole statiche per recensire, ma la forma di un racconto per trasmettere il messaggio del libro e comunicarlo al lettore.

EX LIBRIS, emozioni dai libri. E’ questo il nostro motto.  Ci teniamo al tuo lavoro e lo vogliamo valorizzare al massimo. Desideriamo contribuire in maniera originale all’opera dell’autore/autrice, non solo con il nostro breve racconto, ma con l’aggiunta di una canzone in tema alla storia. Libri, storie, immagini e musica, una rappresentazione completa del vostro lavoro nella rubrica EX LIBRIS di Ultima Voce, unica in Italia!

EX LIBRIS sarà a cura di Maggie Van Der Toorn, autrice di tre libri (Labirinti, Partenze, Posti a sedere), specializzata in racconti brevi, premiata con diversi Premi Letterari: Il Molinello, Napoli Cultural Classic, InCostieraAmalfitana, Megaris, Autore dell’anno 2015, Premio Città di Cattolica, e altri. Emotioner, giornalista, event planner, sceneggiatrice con esperienza e conoscenza del mondo letterario e cinematografico e con un forte desiderio di leggere il tuo libro ed arricchirlo con una recensione creata apposta per te.

Come partecipare?

Inviare una mail con la richiesta di partecipazione con una breve presentazione: la sinossi del libro e una breve biografia. Ti contatteremo e risponderemo, poi al resto ci pensiamo noi. Il servizio è assolutamente gratuito. Non verrà richiesto nessun contributo, né impegno, solo quello di condividere il tuo lavoro con noi.

Scrivi a: maggie@ultimavoce.it

Non ci sono scadenze, ma le richieste verranno valutate in ordine di arrivo. Il nostro lavoro sarà di prenderci cura del tuo libro, leggerlo e parlarne con un format totalmente innovativo.

Seguimi:

https://www.ultimavoce.it/author/maggievdt/

 

 

Posti a sedere in formato e-book

posti foto 2_e

E’ ufficiale: da oggi 27 aprile 2017 il mio libro Posti a sedere è disponibile in formato e-book al prezzo di Euro 3,99. E’ stato pubblicato tramite Streetlib, disponibile su Amazon e Kindle.

Buona lettura!

Cliccate sull’immagine qui sotto per l’acquisto e una breve anteprima.

Posti a sedere è una raccolta di racconti. Otto personaggi che condividono i loro posti a sedere: Viola che ritrova il suo destino, Anita che scopre il vero amore, Francesca e suo padre che nei loro posti in curva Sud trovano la forza di procedere: sono solo alcune delle donne che sfilano in questi otto racconti. Maggie Van Der Toorn tesse una trama di grazia e ironia in cui, con la sua narrazione intimistica, descrive il contrasto e il dissidio tra i pensieri, le azioni e le scelte del genere umano nella riscoperta dei loro volti descritti con uno stile profondo e diretto.

 

Raccontatori -Incontro culturale

locandina-bozza

Raccontatori – Incontro culturale – Parole,musica,sapori

Che cosa hanno in comune i cinque autori di questo incontro letterario? La passione di scrivere, condividere i propri pensieri, le osservazioni e raccontare storie che fanno parte di tutti noi.
Incontro letterario con musica e degustazione di vino della casa vinicola Vitae Azienda Agricola nel splendido Auditorium dell’Istituto Lettimi in Via Cairoli 44 a Rimini Centro Storico, ore 17, sabato 18 marzo 2017.
Presentazione dei libri di:
Maggie van der Toorn Posti a sedere (L’Erudita Giulio Perrone Editore)
Gabriele Poli  Il tesoro di Tupac Amaru (Ondeurto Edizioni)
Daniela Bartoli Vite guardate (L’Erudita Giulio Perrone Editore)
Roberta Marcaccio Tranne il colore degli occhi (Antonio Tombolini Editore)
Stefano Capraro Richiami d’amore (L’Erudita Giulio Perrone Editore)

Letture a cura di Alessandra Giardina
Intermezzo musicale con Giacomo Fiori (pianoforte) e Samantha Faina(soprano)

Intervento di Anna Cecchini (giuria) per la premiazione del concorso letterario Racconti allo specchio – Scintille in cento parole.

Ingresso libero

Posti a sedere a Napoli

16237738_1254142167968992_1847050645_n

 

La prima cosa che si percepisce quando si arriva a Napoli è la sua intensità. La città accoglie chiunque ci entri con un abbraccio piacevole di colori e suoni che si estende tra i viali e la cordialità degli abitanti. Tutto è più accentuato a Napoli, compresa la cultura che si respira nei monumenti, teatri e musei, ma che si avverte soprattutto tra la gente. Tale ricchezza si vede raramente altrove e arriva soprattutto dal forte desiderio di comunicare, divulgare e combattere quei luoghi sovrastati da un vulcano minaccioso. Ed è proprio quella la vera forza di Napoli: il legame con il territorio e la storia, più forte di qualunque altra cosa, in un clima amichevole dove ci si aiuta e il rifiuto non esiste.

Dalla Certosa di San Martino si può osservare tutta la bellezza del mare, le isole, ed il lungo viale di Spaccanapoli che taglia il quartiere nettamente a metà. Bisogna fare attenzione quando si cammina per i giardini che mostrano la veduta dall’alto perché si rischia di perdere la cognizione del tempo per quanto è incantevole ed affascinate.

Fare parte di tutto questo, anche solo per un giorno, e presentare il proprio libro in questa cornice è una meta che avevo bramato da molto, anche se poi la realtà ha superato ampiamente le mie aspettative. La cornice dell’incontro, un posto bellissimo, un “posto a sedere”, mi ha permesso di conoscere un pubblico attento ed interessato. La presentazione sì è svolta nel quartiere Vomero, nella libreria Iocisto, la libreria di tutti come c’è scritto ovunque e che rispecchia perfettamente lo spirito Napoletano.  Oltre ad avere un vasto assortimento di volumi è un luogo d’incontro per parlare di libri, ma anche di pittura, cinema e tutto quello che riguarda l’arte e la cultura. Un posto caldo ed accogliente dove ci si sente a casa, per tutti appunto.

E’ lì che incontro Enza Alfano, autrice, giornalista, insegnante e coordinatrice dell’officina delle parole che organizza corsi di scrittura e che parla, insieme alla giornalista Federica Flocco, del mio libro, ed è lì che pur stando seduta al tavolo con le relatrici, divento spettatrice. Enza fa un’analisi dettagliata della mia scrittura, sottolineando la tecnica di narrazione, spendendo tante belle parole di cui la ringrazio. Seguo con attenzione la sua analisi e mi rendo conto solo in quel momento della funzionalità dell’opera, come se mi scoprissi davanti ad uno specchio. La sala è piena, soprattutto donne, con tanto desiderio di apprendere per poter raccontare e che seguono con attenzione tutto quello che sta succedendo. Il loro entusiasmo è stimolante  e crea subito un’intesa forte, anche se è la prima volta che ci incontriamo.

Con grande piacere noto la presenza di alcune mie amiche e colleghe, autrici che conosco da qualche tempo e che mi hanno seguita fino a qui: Napoli è piena di sorprese.

La presentazione si conclude con la firma delle copie, uno scambio di informazioni e una vera pizza Napoletana.

Ora capisco il detto: Vedi Napoli e poi muori, perché quando si vive una realtà come questa, così intensa e forte, si cresce, se ne esce più ricchi di prima, come se si fosse ricevuto un’iniezione di vita, e si cambia, in meglio. Ringrazio tutti coloro che mi hanno fatta crescere con la speranza di tornarci presto.

Maggie Van Der Toorn

25 gennaio 2017