La rosa Bettina

Tag

,

In libreria e in tutti gli stores online dal 1 aprile 2021 il mio nuovo romanzo La rosa Bettina edito da Ianieri Edizioni.

Da quando Eva Palermo si è trasferita nella casa di campagna a Montefiorito sul Nera, piccolo Borgo medioevale, sito nel Lazio, ogni notte è un tormento: viene perseguitata da incubi terrificanti che fanno riferimento ai delitti accaduti vent’anni prima, di cui non sono mai stati trovati i colpevoli. L’esistenza di Eva ne viene turbata, al punto da diventare una vera e propria ossessione. È questo il motivo principale per cui inizia ad indagare, in maniera autonoma e totalmente casuale. Determinata, astuta, corteggiata ma solitaria, con un debole per il suo ex, appassionata di automobili, di viaggi e della natura, del fresco del mattino e delle rose, affronterà un percorso tra salite imprevedibili e precipizi pericolosi che la porteranno a diventare persino parte integrante del male che vorrebbe sconfiggere.

La rosa Bettina: un romanzo in cui psiche e delitto si intrecciano e si sfidano in un duello all’ultimo sangue.

Vuoi ricevere la tua copia in anteprima? Scrivi una mail a info@ianieriedizioni.it

Visita il mio NUOVO SITO: corsi di scrittura, concorsi, eventi, recensioni, libri e tanto altro. Clicca qui.> maggievandertoorn

Andrà tutto bene?

Prima del lock down mi sono precipitata per salutare per bene il mare e quell’odore di salsedine. Era mia abitudine di andarci spesso, tempo permettendo. Quella distesa riempiva i miei occhi di azzurro, e la superficie di sabbia mi dava un senso di immensità. Pensavo che non ce l’avrei mai fatta stare lontano dal mare per molto tempo, invece no. Con qualche stupore mi accorgo che attendo con santa pazienza l’apertura delle spiagge ed i nuovi decreti che ci permetteranno di vivere più liberamente. Ma ne saremo più capaci?

I dubbi mi assalgono se penso al futuro. Sono cambiate le nostre abitudini. Ci ha pensato il Covid19 che è entrato nelle nostre vite come un fulmine. Ci daremo più la mano? Ci abbracceremo nuovamente? E quando lo potremo fare saremo ancora capaci di avvicinarci senza timore?

Forse guarderemo con una certa diffidenza il nostro vicino sulla brandina quest’estate e di sicuro i bagnini della Riviera Romagnola metteranno i clienti meno ammucchiati come nelle stagioni precedenti. Non ci saranno più quei locali pieni zeppi con giovani che ballano e saltano calpestandosi i piedi. E non ci saranno più i bar senza posti a sedere liberi, e tutti, sì proprio tutti, saremo capaci a rispettare la fila. Ci sarà più privacy, più spazio e più rispetto. Forse. Dico forse perché alle abitudini ci si abitua presto, più facilmente a quelle cattive che a quelle buone.

Gli spot antivirus oramai li conosciamo a memoria. Sappiamo che dobbiamo lavarci le mani con acqua e sapone oppure usare un gel disinfettante e portare la mascherina, tenere la distanza di almeno un metro dalle altre persone e se ti viene da tossire o starnutire di non farlo addosso agli altri (veramente nemmeno prima per buona educazione). E di chiamare il numero Covid19 se si hanno i sintomi sospetti, sperando sempre che sia solo un banale raffreddore.

Ci si abitua a tutto, o quasi. Le lunghe file davanti ai supermercati sono diventate parte della routine, non mi stupiscono più. Così, come tutte le persone con il viso coperto da una mascherina e le mani ben nascoste dentro i guanti di lattice. Vedo con una certa tranquillità che le distanze vengono rispettate, e che il saluto del buongiorno sia diventato qualcosa di prezioso: un segno che c’è ancora un sorriso dietro alla maschera…

E poi ci sono quelle telefonate lunghissime con gli amici, e le video call in cui ci si racconta e ci si scambiamo ricette. Non ho mai fatte tante torte come in questi giorni. Mi sto abituando ad avere le mani sempre impastate di farina, e mi piace. Si chiacchiera e si mandano messaggi con la speranza di non ricevere mai risposte negative alla domanda: Come stai? Tutto bene?

I sabato sera li passiamo a casa. Il divertimento non manca. Dalle trasmittenti televisive che regalano film come se fosse Natale ai talkshow, e dai concerti dai balconi e tetti alla finestre che emettono un’unica colonna sonora di speranza: Andrà tutto bene!

Ma andrà tutto bene? Bisogna essere ottimisti. Io dico di sì, nonostante le tante perdite, la tanta sofferenza, il dolore e un’inevitabile crisi economica. Importante affrontare la realtà, e farci l’abitudine.

Maggie van der Toorn

SENTO – OSSERVO – SCRIVO LABORATORIO DI SCRITTURA CONSAPEVOLE CONSCIOUS WRITING CON MAGGIE VAN DER TOORN E LA DOTT.SSA ANTONIETTA SAJEVA

SENTO – OSSERVO – SCRIVO

LABORATORIO  DI  SCRITTURA  CONSAPEVOLE

CONSCIOUS WRITING

SABATO 12 OTTOBRE

H 10.00  – H 17.00

Presso

B&B ARTEMUSICA – MONTEFIORE CONCA (RIMINI)

Conscious Writing: un metodo di scrittura per comprendere se stessi, tirare fuori la propria voce e il proprio talento. Cosa  aspetti? Penna alla mano, iscriviti alla giornata di laboratorio, immersa nella cornice naturale delle colline Riminesi , dove territorio ed ispirazione si sposano con i sapori.

 La giornata include  il pranzo e due coffee break, oltre alla musica dal vivo per  ottimizzare  concentrazione e condivisione.

Coaches:

Maggie Van Der Toorn, autrice di numerosi libri di successo e language coach

Dott.ssa Antonietta Sajeva, psicoterapeuta, autrice del libro  “Crea-attiva-mente”, referente sportello d’ascolto scolastico.

PROGRAMMA:

H.10.00-13.00

  • Accoglienza /conoscenza tra i partecipanti
  • Ispirazione creativa guidata: esplorazione del paesaggio circostante

Coffee Break

  • Autobiografia creativa sulle note di musica dal vivo
  • Lettura di brani scelti di Raymond Carver, Alice Munro, Natalia Ginzburg, Italo Calvino, Michele Marziani

H.13.00-14.00

PRANZO : MENU VEGETERIANO

H. 14.00-17.00

  • Alla scoperta del racconto breve: creare un personaggio, leggerezza e rapidità, consigli pratici, partecipare ad un concorso letterario, contattare un editore, stesura e lettura. ( valuta se è meglio scrivere…creazione del personaggio…partecipazione ad un concorso..   contatti con editore..stesura e lettura
  • Condivisione finale della giornata.

I lavori migliori saranno pubblicati sul web magazine Geartis Cultura.

Per iscrizioni contatta il numero 349 7591991 (Maggie- WhatsApp) oppure invia una mail a: scintilledimaggie@gmail.com

Costi: Offerta promozionale di lancio: €80,00  (pranzo, coffee break e servizio navetta inclusi).

Possibilità di pernottamento al B&B ArteMusica (posti limitati) non compreso nel prezzo.

Il laboratorio verrà avviato con un minimo di 5 iscritti e un massimo di 10

Laboratorio di scrittura creativa per bambini da 5 a 8 anni

Lunedì 5 agosto si chiuderà la manifestazione Moon-Day – Solo di lunedì al Parco della Resistenza di Riccione e per l’occasione condurrò il secondo (e non certo ultimo) laboratorio di scrittura per bambini. Ci saranno altre date in altri luoghi di cui vi informerò. Il Laboratorio del 5 agosto avrà il tema “La magia delle storie”. Si parte da una breve narrazione animata che conduce alla domanda: Chi sono io? I bambini potranno raccontare la loro storia e con gli strumenti che verranno loro forniti inventarne un’altra. L’obiettivo è di far avvicinare il bambino al mondo dei libri e alla proprio creatività.

Laboratorio di scrittura creativa per bambini – Lunedì 5 agosto – ore 19 _ Parco della Resistenza Riccione – Ingresso libero.

Maggie van der Toorn

Laboratorio di scrittura per bambini da 5 a 8 anni

Lunedì 29 luglio alle ore 19 sarò al Parco della Resistenza di Riccione per condurre un laboratorio di scrittura creativo per bambini da 5 a 8 anni, in collaborazione con il Comune di Riccione, durante la manifestazione “Moon Day – Solo di Lunedì”.

Vi aspetto con i vostri bambini per interagire insieme e liberare la fantasia del mondo dei Sogni perché sognare fa bene alla crescita. Ascoltare, raccontarsi e credere nei propri sogni, è questo il motto del laboratorio. Si impara giocando.

Prima del laboratorio avrò l’onore di presentare il libro della Dott.ssa Antonietta Sajeva “Crea-Attiva-Mente” edito della Erickson, un manuale con tante idee per una comunicazione migliore tra alunni ed insegnanti/genitori che mette in risalto l’importanza della creatività.

Ingresso libero.

Maggie van der Toorn

I miei articoli su GEArtis Web Magazine

Sono più di sei mesi che mi occupo anche di GEArtis Web magazine, una rivista online che parla di cultura e che tutti i giorni, o quasi, pubblica novità dal mondo editoriale, e non solo. GEArtis si occupa anche di cinema, eventi, arte, luoghi, interviste, recensioni e, ovviamente, tanti libri.

magazine

Per leggere i miei articoli clicca qui:

https://geartiscultura.com/ 

Chi mi segue da un po’, e chi mi conosce, sa bene che sono specializzata in testi brevi. Il racconto breve è la forma in cui mi esprimo al meglio, e che forse è più compatibile con il mio carattere. Perciò ho ideato la categoria “Fotoracconto“, in esclusiva su GEArtis Web Magazine. Scelgo la foto di un fotografo/a, che mi ispira di più, e ci scrivo una storia di circa trecentocinquanta parole. E così nascono piccoli romanzi con cui voglio lanciare un messaggio e donare emozioni, proprio come colui o colei, che ha catturato l’immagine.

mag gea

Inoltre gestisco la rubrica Ex Libris in cui recensisco libri con un format diverso dal solito, perché si tratta di un racconto. Sì, di un racconto 🙂 perché racconto il libro. Nella recensione è il libro il personaggio principale. Come faccio? Semplice. Leggo il libro e prendo appunti di frasi o passaggi che mi colpiscono di più. A fine lettura elaboro gli appunti con il messaggio che ho accolto dalla lettura e che, secondo me, l’autore o autrice ha voluto comunicare. Il tutto abbinato ad una musica. Siete curiosi? Clicca qui: https://geartiscultura.com/category/ex-libris/ 

Inoltre GEArtis ha anche il suo canale You Tube in cui potrete vedermi con video interviste e video recensioni. Iscrivetevi al canale per essere sempre aggiornati. Ecco un esempio:

Vi aspetto su https://geartiscultura.com/

A presto!

Maggie

Incroci di Francesco Landi

Tag

, , , ,

Landi libro

Mi sono sempre chiesta se sono artefice del mio destino o preda di una forza che non controllo.
Una domanda che mi ha fatto riflettere per parecchio tempo e che ha raddoppiato la mia curiosità quando mi è capitato tra le mani il libro di Francesco Landi intitolato “Incroci”. Un romanzo che apre le porte al fato e a strade parallele che inevitabilmente si incrociano. La storia di Carol e Trevor prende forma da un attimo. Succede in meno di un secondo che due persone si incrociano e si riconoscono in un profumo, in un suono, in un disegno o in un tatuaggio. Nulla succede per caso, tanto meno in amore. Una decisione presa può donare una svolta alla vita, stravolgerla o arricchirla. Lo racconta molto bene l’autore, abile narratore con uno stile accattivante e realistico, giocoliere di parole ed emozioni che dipinge gli sguardi inattesi per consolidarli e donarli al lettore. Tutto è così intenso nel romanzo di Francesco Landi che conduce, senza scampo, a una lettura coinvolgente e stimolante in cui spicca la sua vena artistica poliedrica.

Se l’era fatta sfuggire qualche anno prima all’H5 e, nuovamente, quella sera al Gate One, il fato gli aveva voltato decisamente le spalle. E, a pensare, non erano state nemmeno le uniche due occasioni. A ogni buon conto, non sapeva quando l’avrebbe rivista, ma si ripromise, esattamente quella sera, che l’avrebbe conosciuta, a ogni costo e contro qualsiasi voglia forza uguale e contraria.

La storia si dipana nel corso di cinque anni, con ripetuti flashback nei quali i due protagonisti si sfiorano inconsapevolmente in svariate occasioni. Il punto cruciale si snoda da un sogno nel quale Trevor vede, come protagonisti, se stesso e una donna, di cui si innamora perdutamente, la quale poi scoprirà essere proprio Carol. Decide, quindi, di tatuare sul suo braccio disegni, simboli, tribali e frasi, dal significato oscuro e solo apparentemente indecifrabili – perché creati dalla fervida immaginazione di un enigmatico tatuatore dall’estro artistico – ispirati alla “donna del sogno”. Il tatuaggio simboleggia una sorta di work in progress capace di rappresentare ciò che il rapporto a distanza tra queste due persone, ancora sconosciute ma in progressivo avvicinamento, diverrà nel corso degli anni. Ogni incontro mancato, ogni sogno che vede come protagonista quella che lui ignora essere in realtà proprio Carol, costituisce per Trevor l’input per un nuovo tatuaggio, che, una volta completato, prenderà come per incanto vita, fornendo segnali in grado di tracciare, in un crescendo di indizi e rivelazioni, un ideale percorso verso l’ineluttabile incontro.

Il silenzio non deve necessariamente essere rotto dal suono delle parole. Il silenzio è ciò che incornicia le parole che si dicono. Solo così potranno avere un peso. Solo così potranno essere ricordate.

Incroci” parla di due anime: due vite che si attraggono come onde create e separate dall’immensità dell’oceano con la continuità di movimento. Due destini paralleli, un libro, Il piccolo principe, un foglio con strani segni portato dal vento e quell’almanacco di mistero che fa coincidere gli eventi. Ogni libro ha un suo perché, come un sogno, un simbolo e una risposta. L’autore collega la fatalità al buon senso per narrare una storia intrigante e misteriosa che sveglia l’istinto primordiale del lettore a voler scoprire la verità. Riusciranno Trevor e Carol a far incrociare le loro linee nel cielo? Succederà o no? Questa è la domanda. Solo chi legge saprà. E chi legge “Incroci” sentirà le note di Miles Davis, ma con le parole di Francesco Landi, composte con grande sensibilità, in un romanzo che fa sognare e sperare nel destino, qualunque esso sia.

“Incroci” edito da Letteratura Alternativa (aprile 2019), scritto dall’autore Francesco Landi, nato nel 1970 a Venezia, dove attualmente vive e svolge la professione di avvocato. Compositore di musica e strumentista di chitarra e tromba, è studioso di musica fin da giovanissimo. Appassionato al jazz di Miles Davis e Chet Baker, ha raccolto le sue più importanti composizioni nel CD “GPF”, inciso nel 2015 e presentato in vari tour nel territorio. Già autore di racconti, l’opera “Incroci” rappresenta l’esordio letterario che racchiude in un unicum la sua passione per la musica, il disegno e la letteratura.

Landi
L’autore Francesco Landi

Incroci è disponibile in libreria, nei book stores e sul sito:

https://www.letteraturaalternativa.it/shop/narrativa-italiana/incroci-francesco-landi/

Maggie Van Der Toorn

Colori Invisibili alla Notte Rosa 2018

 

notte rosa ok.jpg

Colori Invisibili alla Notte Rosa a Pesaro Musei ! Appena rientrata dalla presentazione di Colori Invisibili in Costiera Amalfitana mi preparo per La Notte Rosa. E sono in buona compagnia! Prima del concerto di Edoardo Bennato alle ore 22, presento il mio libro Colori Invisibili al Palazzo Toschi Mosca Pesaro Musei. Relatrice Sara Ferri Accompagnamento musicale a cura di Samantha Faina (Soprano) Giorgia Zaurrini (sassofono) e  Simone Arduini (chitarra).
Per completare in bellezza non può non mancare l’amatissimo e suggestivo spettacolo pirotecnico!

https://www.pesaromusei.it/news/notte-rosa-pesaro-2018/

Va in scena lo scrittore!

 

termini

“Va in scena lo scrittore” è un concorso letterario organizzato dalla Fuis in cui gli autori selezionati  metteranno in scena le proprie opere nel nuovo spazio della Casa dello Scrittore FUIS a Roma, in Lungotevere dei Mellini 33/A.

Il mio turno è previsto per giovedì 19 aprile alle ore 15.30 e presenterò davanti alla giuria e al pubblico i due racconti scelti: “Pensieri circolari“, (tratto da Labirinti 2014) e “Viola” (tratto da Posti a sedere 2016).

La lettura di Viola sarà accompagnata dalla danzatrice Luisa del Grosso che si esprimerà sul ritmo delle parole e delle emozioni.

Appuntamento al 19 aprile quindi, ore 15.30, Casa dello scrittore a Roma, Lungotevere dei Mellini 33/A. Ingresso libero.

viola locandina

INFO:

http://www.fuis.it/selezioni-2-edizione-concorso-letterario-va-in-scena-lo-scrittore/articoli3507