Umberto Dei. Biografia non autorizzata di una bicicletta.

Dei ok

 

Quando ho visto brillare gli occhi di Nas di fronte alla mia Umberto Dei, allora ho capito: la cultura è universale, altro che storie…”

Con questa frase Michele Marziani introduce il romanzo “Umberto Dei. Biografia non autorizzata di una bicicletta”, edito da Ediciclo Editore nella collana Battiti.

La storia cattura da subito l’attenzione e induce ad una lettura senza sosta. Il personaggio, Arnaldo Scura, uomo che ha lasciato il mondo finanziario per intraprendere la carriera di meccanico di biciclette, incuriosisce per la sua conoscenza delle “Umberto Dei”, delle quali sa tutto quello che c’è da sapere e anche di più. Quella sua ardente passione diventa cultura, inaspettatamente condivisa con Nas, studente universitario afgano in Italia.

L’autore racconta con abilità i pensieri ed i perché della scelta di quest’uomo. Si viaggia nel tempo, tra presente e passato, un passato sofferto per questioni d’amore, per situazioni e convinzioni politiche quasi estreme. Spicca la buonafede nell’approccio con il prossimo, senza ma e perché, senza razza e colore, nascosta in un’umile solitudine.

Si assapora quel pizzico di nostalgia del tempo che fu, quel passato che non può più tornare ma fluttuante in sottofondo,  pronto a comparire in un vino rosso immancabilmente presente.

Ci si riconosce nello stupore dell’incredulità, nei dubbi che sorgono per cronache attuali che inducono a cedere ai sospetti. La coerenza del personaggio trasmette la fede nella speranza di un possibile futuro migliore, in cui è sufficiente credere con determinazione.

Michele Marziani illustra, con un linguaggio semplice e diretto, con uno stile dal sapore retrò ma così attuale e schietto, le immagini del percorso in bicicletta di Arnaldo Scura in una Milano delle quattro stagioni, la Milano del Naviglio della Martesana che a volte assomiglia ad un paese di campagna con le verdure coltivate nei cortili.

Un libro di grande cultura, di umanità, di solidarietà, un romanzo che fa sorridere, commuovere e riflettere. Da leggere e da portare con sé, oltre che nello zaino, nel bagaglio della vita.

Maggie Van der Toorn

 

mick 1

 

Michele Marziani è nato nel 1962 a Rimini dove attualmente risiede. Ha vissuto a lungo sul lago d’Orta e a Milano. Scrittore capace di spaziare tra vari mondi e vari generi, ha pubblicato ventuno libri di viaggi, vini e cibi, una raccolta di racconti e cinque romanzi tra i quali “Nel nome di Marco”, uscito nel 2013 della collana Battiti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...