Labirinti Urbani – Short Film

Più di 90 artisti; fotografi, video maker, architetti e designers provenienti da tutto il mondo hanno fatto parte del Morphos Festival che si è svolto al palazzo Albrizzi a Venezia dal 6 al 18 giugno in occasione della Biennale di Venezia. La mostra Sustainable Empires è organizzato dal It’s LIQUID Group,in collaborazione con International ArtExpo e ha come tema l’architettura sostenibile del rapporto umano tra l’uomo e la città. Immaginiamo un futuro in cui il pensiero sarà un espressione di ogni cultura e l’ibridazione delle realtà sociali e culturali rappresenteranno la nuova frontiera della nostra vita. Gli artisti hanno presentato opere sul tema delle identità urbane, organismi e ambienti urbani nel tempo contemporaneo. Persone, sfondi, società, i progressi e tutti i loro ingressi creano ibride, modificando ciascuno mescolandosi in prospettiva per creare un mondo migliore. Di questa mostra fa parte anche il mio progetto “Labirinti Urbani” realizzato in collaborazione con le riprese e il montaggio di Daniele Quadrelli.

labirintiurbani

Il Morphos Festival di Venezia è stato un luogo di incontro internazionale. Oltre ad incontrare gli organizzatori del Festival ho avuto il piacere di scambiare idee e opinioni con i tanti artisti provenienti da tutto il mondo. In particolare con delle giovani registe come Farah Alhashem e Enas Elkorashy che hanno presentato i loro lavori “7 hours” e ” Irripetibile”.

farah

Labirinti Urbani: “Le lotte urbane per la sopravvivenza, sorta di city fights, contro la disumanizzazione,  l’indifferenza, contro la noia e la spersonalizzazione, dove le luci di controllo intermittenti si immergono in un contesto urbano caotico, freddo e invadente, dove l’individuo perde la sua connotazione naturale. L’umanità primordiale lascia spazio a sagome nascoste, volti, cuori, sguardi che si incrociano in un labirinto di identità. Le connessioni neuro-urbane diventano improvvisamente chiare, dipanano il caos del bianco e nero, guidando verso la giusta soluzione. I labirinti urbani guidano ora verso le luci della città, quelle City Lights che si svegliano colorate e rassicuranti, che avvolgono con calore. Gli sguardi e gli occhi in una connessione bluetooth umanizzata sono il sottile circuito di alimentazione del nostro navigatore urbano.”

Morhos Festival – Palazzo Albrizzi – Venezia – dal 6 al 18 giugno

Pixels of Identities – Mixer Gallery – Istanbul  – dal 1 al 10 luglio

Progetto Video-Art Maggie Van der Toorn

Riprese/montaggio Daniele Quadrelli

Modelle Samantha Faina / Asya Capogreco

Soundtrack  Backtrack by Randymartinguitar Lead Guitar by MP

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...