Slow Reading

 

slow foto

Slow Reading

Oggi, sabato 23 maggio, mi sono recata alla biblioteca comunale A.Baldini di Santarcangelo di Romagna per assistere all’incontro Slow Reading, organizzato dall’editore Antonio Tombolini e presentato dalla giornalista/agente letterario Carla Casazza, gli scrittori Michele Marziani e Giampaolo Proni.

Non poteva esserci un luogo migliore per parlare di lettura dell’accogliente sala Baldini presso la biblioteca Santarcangiolese, con scafali e vetrine pieni di libri di ogni genere, libri in cartaceo ovviamente. Proprio da lì parte la prima domanda: meglio l’e-book o il cartaceo? La risposta viene data dai conduttori dell’incontro: non importa che sia e-book o cartaceo, l’importanza sta nella lettura, nel tipo di lettura. Viviamo in una società di tendenze, di cambiamenti, dove il mass-media gira tutto intorno ad un linguaggio, ad una scrittura e una comunicazione veloce di sms, mail e messaggi.  Ci stiamo abituando a leggere rapidamente, senza prestare attenzione a cosa leggiamo e come lo leggiamo. Proprio per quello sarebbe bene a fermarsi un attimo, a cogliere ogni singolo momento per entrare più consciamente nel mondo della lettura.

Allora mi sorge una domanda: leggere bene è una questione di allenamento? Penso che sia una questione di scelta, di preferenza e certamente anche di condivisione. Per chi fosse interessato ad entrare più profondamente nell’argomento può visitare il sito http://www.slowreading.org/slow-reading-manifesto/ dove si organizzano incontri e confronti sul tema “leggo slow”.

Maggie Van Der Toorn for MaggieTODAY

https://scintilledimaggie.wordpress.com/novita-pubblicazioni-e-eventi/

maggietoday

3 risposte a “Slow Reading”

  1. sono concorde con te, è una questione di scelta e di preferenze. La lettura deve essere un piacere da condividere con se stessi

  2. Grazie per il tuo commento Samantha. Leggere per poi confrontarsi dopo la lettura o anche durante, per scambiare opinioni ed emozioni, anche questo è slow reading. Un caro saluto.

  3. Leggere bene (come far bene qualsiasi cosa) è una questione di consapevolezza. Per avere consapevolezza occorre pensare profondamente e prendere il tempo che ci vuole. Leggere bene, quindi, non può essere che Slow.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...